Le Terme di San Vittore si trovano in uno degli angoli più belli delle Marche, a Genga, immerse tra i monti dell’Appennino Marchigiano, ai piedi della Gola di Frasassi attraversata dal fiume Sentino. Un ambiente particolarmente suggestivo, di cui si percepisce immediatamente il silenzio, la pace e la tranquillità dati dallo scorrere lento delle acque del fiume Esino.

L’acqua, oltre ad essere uno degli elementi caratterizzanti la natura del luogo, risulta fondamentale per la salute dell’uomo. Infatti questo luogo, fin dall’epoca romana, è conosciuto per le terme, distanti soli 400 metri dalla fonte. Di tipo minerale solfureo-sodica, l’acqua si presenta limpida e con il peculiare odore di zolfo, curative per le vie respiratorie e i malesseri reumatici. Come conferma l'Istituto di Idrologia dell'Università di Pavia, queste acque risultano particolarmente efficaci sul sistema nervoso parasimpatico, favoriscono la vasodilatazione capillare locale e generale e stimolano le cellulare nei processi riparatori ed immunitari.

Le Terme di San Vittore sono l’ideale anche per chi vuole trascorrere delle vacanze in totale relax, per ritrovare il proprio equilibrio psico-fisico attraverso trattamenti benefici come fanghi, bagni e massaggi di vario tipo.

Qui ci si può dedicare non solo alla cura del corpo ma anche a quella dello spirito e della mente. Le Terme di San Vittore fanno parte del comune di Genga, un borgo medioevale il cui territorio è compreso nel Parco naturale regionale della Gola della Rossa e di Frasassi.

Per chi volesse scoprire questa località, nelle immediate vicinanze delle Terme di San Vittore si trovano le Grotte di Frasassi, grotte carsiche sotterranee dalle dimensioni spettacolari.

Nei dintorni si trova anche l’Abbazia romanica di San Vittore di origine benedettina, conosciuta anche come Chiesa di San Vittore alle Chiuse. Il suo nome deriva dalla sua collocazione, poiché risulta racchiusa da un anfiteatro di montagne che sicuramente rendono ancora più tranquillo e spirituale il luogo, in equilibrio con la pace e l’armonia circostante.

Per gli amanti della natura e delle escursioni, sono a disposizione alcuni percorsi. Uno di questi parte dalle Terme di San Vittore e arriva fino alla Valle Scapuccia, una riserva naturale che custodisce un ambiente primitivo, ancora intatto nelle sue espressioni floristiche e negli esemplari della fauna in libertà protetta.

Per un’esperienza totalizzante alle Terme di San Vittore, dopo aver rigenerato lo spirito, è vivamente consigliato rigenerare anche il palato con i prodotti e i piatti che fanno parte della tradizione enogastronomia del luogo. Da provare il pane nero prodotto con il grano locale, le tagliatelle stese con il “lasagnolo” condite con asparagi o funghi a seconda della stagione e la crescia cotta sotto la brace.